Ecco come riconoscere i sintomi dell’appendicite

Ecco cos'è l'appendicite e da cosa è causata, partendo dai sintomi per riconoscerla e dalle analisi a cui sottoporsi per riscontrarla

Ecco come riconoscere i sintomi dell’appendicite

L’appendicite è un’infiammazione dell’appendice dovuta ad un’infezione.
L’appendice è una protuberanza attaccata all’intestino crasso nella zona destra inferiore dell’addome.

La causa più tipica dell’infezione è l’ostruzione del lume che non consente al muco di fuoriuscire, causando una moltiplicazione dei batteri che risiedono normalmente nell’appendice.

Diagnosi

Nella maggior parte dei casi la localizzazione del dolore e l’insieme dei sintomi consente al medico di diagnosticare l’appendicite con un semplice esame a vista.

Successivamente, un esame del sangue può confermare la presenza dell’infiammazione, rilevando l’alto numero di globuli bianchi tipico di una condizione infiammatoria. Normalmente si esegue anche l’esame delle urine per escludere che vi sia un’infiammazione al tratto urinario.

Per una donna in età fertile potrebbe essere richiesto un approfondimento per escludere l’ipotesi che si tratti di un problema ginecologico, come un’infiammazione di un’ovaia.

Ecco come riconoscere i sintomi dell'appendicite
Ecco dove si trova l’appendice

Se l’infezione è particolarmente acuta e non è possibile semplicemente trattarla farmacologicamente, è necessario rimuovere l’appendice. Siccome non è ancora scentificamente chiaro quale sia il compito dell’appendice e si è riscontrato che la sua asportazione non provoca alcun cambiamento nel corpo della persona, la sua rimozione viene consigliata nella maggior parte dei casi. Si tratta di un intervento chirurgico semplice, che si effettua in laparoscopia, e che non comporta un peso eccessivo sulla salute del paziente.

Se l’appendice infiammata non viene rimossa e la sua condizione peggiora, potrebbe scoppiare diffondendo l’infezione nell’addome causando una peritonite. Si tratta di un’infiammazione che riveste le viscere e che, se non viene trattata con tempestività, può essere causa di morte.

L’infezione dell’appendice può interessare chiunque, senza distinzione di sesso, ma colpisce maggiormente i giovani tra i 10 e i 30 anni.

Ecco come riconoscere i sintomi dell'appendicite
L’appendice va rimossa chirurgicamente

I sintomi dell’appendicite

Il sintomo più comune ed evidente dell’appendicite è il dolore addominale che diventa sempre più acuto. Solitamente il doloroso fastidio parte dall’ombelico e si diffonde su tutto il lato destro dell’addome.

Il dolore causato dall’appendicite è totalmente diverso dai normali mal di pancia proprio perché interessa una particolare parte dell’addome e peggiora considerevolmente nel giro di poco tempo.
L’infezione, oltre ad essere causa di parecchio dolore, spesso scatena nausea, vomito, diarrea, febbre, gonfiore e mal di gola.

Alcuni soggetti riscontrano anche una certa inappetenza.

Se vi capita di soffrire di un mal di pancia particolarmente strano e doloroso e temete che si possa trattare di appendicite, rivolgetevi subito al medico di base o, in alternativa, al pronto soccorso, per scongiurare eventuali complicanze.

Intervenire tempestivamente è importante in ogni patologia e aiuta non soltanto a guarire molto più velocemente ma soprattutto senza conseguenze. Ecco alcuni consigli anche per riconoscere un caso di salmonellosi.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!