Giramenti di testa continui: sintomi, cause e rimedi

I giramenti di testa continui sono un disturbo che affligge molte persone e che interferisce con una tranquilla vita quotidiana. Per curarli, è necessario risalire alla causa scatenante e adottare uno stile di vita sano ed equilibrato

Giramenti di testa continui: sintomi, cause e rimedi

I giramenti di testa continui possono rivelarsi estremamente fastidiosi, soprattutto, per la loro tendenza a perdurare nel tempo. Spesso, sono connessi a problemi legati alla cervicale ma è importante scoprirne tempestivamente e precisamente le cause perché esistono molti rimedi e per evitare che il disturbo influenzi la qualità della vita, ma trascurare il problema può portare alla cronicizzazione dello stesso.

Soffrire occasionalmente di capogiri, è abbastanza comune, e le cause possono essere le più svariate. Ad esempio, quando si è deboli, si soffre di carenze vitaminiche o di pressione bassa, sentire la testa che gira, magari al mattino quando ci si alza dal letto, è normale.

Si tratta di un problema che può rivelarsi molto pericolosi. Il rischio è maggiore, in particolare, se chi ne è vittima si trova in situazioni nelle quali la perdita, anche temporanea, della lucidità può essere causa di incidenti: alla guida, ad esempio, o durante lo svolgimento di lavori e mansioni che richiedono attenzione o una certa capacità di equilibrio.

Quando i capogiri diventano ricorrenti, è assolutamente il caso di mettersi in contatto con un medico ed effettuare degli esami diagnostici che vi permettano di risalire alla causa e di trovare una soluzione nel più breve tempo possibile.

Analizziamo il problema nel dettaglio e vediamo:

I capogiri continui possono diventare un disturbo invalidante che interferisce con la serenità della vita quotidiana
I capogiri continui possono diventare un disturbo invalidante che interferisce con la serenità della vita quotidiana

Ecco i sintomi dei giramenti di testa continui

I giramenti di testa possono essere molto sgradevoli e individuare con precisione le cause e i rimedi è fondamentale perché possono diventare un disturbo invalidante che interferisce con la tranquillità della vita quotidiana.

Avere dei capogiri sempre più frequenti e rappresenta di per sé un sintomo. Spesso, però, questi sono accompagnati da una sintomatologia più vasta. La serie di disturbi che contraddistingue questa condizione non può, certamente, passare inosservata.

I principali segnali sono, infatti, vertigini, mal di testa, sudorazione e annebbiamento della vista, sbalzi di pressione che possono accompagnarsi a perdita momentanea dell’equilibrio, nausea, ronzio alle orecchie, stato di confusione, pallore, tremori, sensazione reale che tutto giri intorno a noi, vomito, nausea e senso generale di malessere.

Questi sono solo alcuni dei tanti sintomi che possono destare particolare preoccupazione, in special modo se tendono a ripresentarsi con frequenza. Si tratta di un disturbo che non colpisce non solo gli adulti, ma anche anziani e bambini.

I capogiri sempre più frequenti rappresentano di per sé un sintomo.
I capogiri sempre più frequenti rappresentano di per sé un sintomo. Spesso, però, si accompagnano ad altri disturbi come nausea, perdita di equilibrio e capogiri

Le cause del disturbo

Le possibili cause di questo disturbo possono essere davvero tante, così tante che sarebbe difficile elencarle tutte. Di seguito, indicheremo le più comuni e significative ma proprio perché così numerose per una diagnosi esatta è assolutamente necessario un consulto medico.

Stanchezza, stress eccessivo, debolezza e i problemi di postura scorretta sono le cause più comuni di questo problema, a queste cause possono aggiungersi insonnia, ansia, debolezza, colpi di calore, calo di zuccheri o ipoglicemia.

I capogiri possono essere correlati anche a disturbi che riconducono alla cervicale come, ad esempio, l’artrosi cervicale. In queste condizioni, anche fare movimenti bruschi con la testa può scatenare un capogiro.

Anche le patologie dell’orecchio, come la labirintite causano i capogiri perché colpiscono dei meccanismi interni che regolano il mantenimento dell’equilibrio.

Anche la gravidanza, in particolare durante i primi tre mesi, può causare questo spiacevole inconveniente, solitamente a causa dei repentini cambiamenti ormonali che investono il corpo. Anche i problemi circolatori non vanno sottovalutati: l’ipotensione e l’ipertensione possono influire sul disturbo.

L’alimentazione scorretta rappresenta una possibile causa dei giramenti di testa, soprattutto, in caso di mancanza di alcuni nutrienti, come il ferro (e quindi anche l’anemia rientra tra le cause), in caso di disidratazione o se affetti da intolleranze alimentari.

Vertigini e capogiri sono sintomi tipici di chi lavora molto al computer, fa abuso di alcool, fumo, assume sostanze stupefacenti, esagera con la caffeina o prende farmaci che hanno i capogiri come effetto collaterale. Il tumore, infine, potrebbe causare, tra gli altri, sintomi di questo tipo.

Stanchezza, stress eccessivo, debolezza e cervicale sono le cause più comuni di questo problema
Stanchezza, stress eccessivo, debolezza e cervicale sono le cause più comuni di questo problema

Giramenti di testa: diagnosi

Salvo che non si tratti di un episodio isolato che si risolve spontaneamente, per comprendere la causa dei giramenti di testa continui è opportuno rivolgersi al medico di base.

Per una diagnosi preliminare, vi sottoporrà a un breve questionario per comprendere bene la vostra storia clinica, per poi passare a un accurato esame obiettivo che prevede alcuni test, come l’analisi interna delle orecchie.

Se dovesse sospettare la possibile presenza di un disturbo più o meno grave, il medico procederà alla prescrizione di esami più approfonditi come, ad esempio, i test audiometrici, gli esami posturali, la TAC o la risonanza magnetica, oppure vi consiglierà uno specialista che possa completare la diagnosi in modo più dettagliato.

Se soffrite di questo disturbo un ottimo metodo per rendere la diagnosi più semplice è annotare alcuni dettagli come la durata dei capogiri e la loro intensità, ogni quanto si ripresentano, la presenza di altri sintomi come, vomito, cefalea, e così via.

Diagnosi: il medico di base vi farà un esame obiettivo per escludere cause gravi e se necessario vi prescriverà esami più approfonditi o una visita specialistica
Diagnosi: il medico di base vi farà un esame obiettivo per escludere cause gravi e se necessario vi prescriverà esami più approfonditi o una visita specialistica

La terapia da seguire

Quasi sempre, chi soffre di questo disturbo deve fare delle modifiche sostanziali al proprio stile di vita o ricorrere, a seconda dei casi, ad alcune terapie farmacologiche specifiche.

Quindi nel caso in cui il problema non si risolva spontaneamente si procede alla somministrazione di una serie di farmaci per alleviare i disturbi alle cause scatenanti, tra cui i farmaci contro l’emicrania, gli ansiolitici contro l’ansia, ecc.

In generale, ci sono dei comportamenti che possono aiutare ad alleviare i sintomi e velocizzare il processo di guarigione e alleviare i sintomi.

Bere molta acqua, soprattutto in caso di colpi di calore o disidratazione, alzarsi lentamente; evitare di fare movimenti bruschi con la testa e cercare di riposare molto. Inoltre, è opportuno evitare il fumo, l’abuso di alcol, l’uso di sostanze stupefacenti e l’eccesso di caffeina.

Per alleviare il disturbo si può ricorrere a terapie farmacologiche specifiche e adottare comportamenti che riducano i sintomi come evitare movimenti bruschi e riposare molto
Per alleviare il disturbo si può ricorrere a terapie farmacologiche specifiche e adottare comportamenti che riducano i sintomi come evitare movimenti bruschi e riposare molto

Rimedi naturali per i giramenti di testa

Se il problema non è legato a gravi disturbi può essere anche trattato con rimedi naturali che aiutano ad alleviarne i sintomi ed evitarne la ricomparsa.

La vite rossa ha un effetto molto benefico soprattutto in caso di abbassamento di pressione. Provate a preparare un decotto facendo bollire per 10 minuti un cucchiaio da tè di foglie essiccate in una tazza d’acqua, lasciatelo raffreddare per altri 10 minuti e bevetene un cucchiaio da tavola ogni quarto d’ora.

Un altro rimedio molto efficace è l’estratto di Ginkgo biloba: da assumere una volta al giorno, fatevi consigliare le dosi più idonee dal farmacista o dall’erborista.

Se il problema è legato allo stomaco provate a mangiare qualche fettina sottile di zenzero oppure un infuso di questa radice che ha moltissimi effetti benefici sul corpo. Se non vi piace lo zenzero provate con un infuso di camomilla o di fiori di rosmarino da assumere anche più volte al giorno.

Infine, se il problema è di origine ansiosa provate i benefici rilassanti dei fiori di lavanda o di passiflora.

Se i capogiri non sono dovuti a problemi gravi, si può ricorrere anche a rimedi naturali
Se i capogiri non sono dovuti a problemi gravi, si può ricorrere anche a rimedi naturali
I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!