Mobili componibili per la camera da letto: come riciclarli

Voglia di novità? È tempo di cambiare la camera da letto ma non volete gettare i vecchi mobili componibili? Eccovi alcune idee per utilizzare il vecchio mobilio e ottenere splendidi complementi d’arredo

Mobili componibili per la camera da letto: come riciclarli

Arriva sempre il momento, nella vita di una casa, di cambiare i mobili, perché è ora di rinnovare e adeguarsi alle ultime novità o perché questi si sono rovinati.Se avete deciso di cambiare l’arredo solo perché c’è bisogno di aria nuova, è un peccato gettare i vecchi mobili se sono ancora in buono stato.

Le soluzioni componibili per la camera da letto, ad esempio, possono essere riutilizzate in diversi ambienti della casa per ottenere belli e fantasiosi contenitori o complementi d’arredo.

Partiamo dal mobile più ingombrante, ovvero l’armadio. Solitamente è composto da due, tre o più corpi che compongono l’intero guardaroba. È possibile dividere le varie parti, che sono unite da speciali viti passanti, semplicemente rimuovendo la ferramenta e scostandole l’una dall’altra.

Ciascuna parte dell’armadio può essere ricollocata in diverse stanze della casa, ad esempio, nel ripostiglio o in corridoio dove  potrete adeguare un vano contenitore per realizzare una scarpiera. Per arredare il corridoio, per dare l’idea che lo spazio non sia troppo angusto, l’ideale è ridipingere l’esterno del mobile con del colore bianco così da non far apparire lo spazio ridotto.

Per far stare molte scarpe potete installare all’interno del mobile un maggior numero di mensole, recuperandole dalle altre parti della camera o realizzandole tagliando un pezzo del vecchio arredamento che non sapete dove ricollocare.

Potete riutilizzare una parte dell’armadio per il ripostiglio, al suo interno potete riporre l’aspirapolvere ed il ferro da stiro, magari acquistando gli appositi reggi elettrodomestici che vi aiuteranno a risparmiare spazio.

Mobili componibili per la camera da letto: come riciclarli
Cassetti porta fiori

I comodini possono essere utilizzati in tantissimi modi, ad esempio potrete ridipingerli con un colore vivace e brillante e realizzare un cuscino su misura facendoli diventare sgabelli contenitori per la camera dei bambini.

I cassetti del comodino possono essere utilizzati anche per realizzare carinissime fioriere. Vi serviranno uno o due cassetti, una mensola larga almeno quanto i cassetti. Dovrete attaccare i cassetti alla mensola utilizzando un aggancio a “L” e forarla in due punti speculari fra loro: i fori vi serviranno per appenderla al muro.

Se volete potete dipingere il legno di un colore che ben si abbina all’esterno della vostra casa e agli altri accessori, quindi ponete all’interno dei cassetti i fiori che preferite, con l’accortezza di non dimenticare il sottovaso.

Con il comodino che vi è rimasto, quello al quale avete tolto i cassetti, potete realizzare un piccolo contenitore porta libri.

Mobili componibili per la camera da letto: come riciclarli
Il comò in cucina

Il comò può essere utilizzato in cucina per realizzare una penisola con tutti gli accessori che vi servono quando siete all’opera. L’ideale è ridipingere il mobile con un colore molto vivace che si intoni al resto dell’arredamento della cucina, in questo modo sottolineerete la differenza tra il mobile riciclato e gli altri e non sembrerà un rattoppo.

Potete aggiungere al mobile dei ganci per i mestoli, un porta rotolo o un porta bottiglie. Sul piano potreste mettere del plexiglass così non la penisola sarà utile anche per impastare o fare altre operazioni che potrebbero sporcare.

Questi sono solo alcuni esempi di come si può dare vita nuova ad un mobile. Vi basterà un po’ di fantasia, dei colori e qualche stoffa brillante per avere un risultato sorprendente e lasciare le vostre amiche a bocca aperta!

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!