“Vladimir Putin è morto”. Bomba al Cremlino degli 007, la notizia fa il giro del mondo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sin dallo scoppio delle atrocità tra Russia e Ucraina, gli occhi di tutto il mondo si sono catalizzati su colui che ha voluto l’invasione dell’Ucraina. Parlo, ovviamente, di Vladimir Putin, che non ha bisogno di presentazioni.

Putin, di origini modeste, è nato nel 1952 e cresciuto nell’allora Leningrado in una kommunalka, figlio di un’operaia e di un sommergibilista della marina militare arruolato in un gruppo di sabotatori.

Vivendo per strada, ha appreso un motto: “Se la rissa è inevitabile, colpisci per primo”. Per il resto, quel che di lui ci è dato sapere è che è sempre stato appassionato di sportjudoka di livello, e che si è laureato in legge a San Pietroburgo.

Dopo essere stato a capo del Consiglio di Sicurezza Federale (ex KGB) e a capo del Consiglio di Sicurezza Russo, assunse la carica di primo ministro nell’agosto del 1999. Divenne ad interim capo dello Stato dopo le dimissioni a sorpresa di Eltsin nella notte di Capodanno.

Se i parenti si dicono preoccupati per il suo drastico dimagrimento (pare abbia perso 8 chili) e i suoi seguaci sono fortemente in apprensione per il suo stato di salute, c’è dell’altro che si dice sul suo conto, al limite tra realtà e surreale. Vediamo cosa sta succedendo.