Tv in lutto, l’amatissimo volto dei reality show è morto a soli 28 anni (1 di 2)

Ascolta questo articolo

A volte si parte dall’erronea convinzione che la morte “tocchi” prima alla gente comune e che i vip siano fortunati, convinti che il Dio denaro dia molte più chance di sopravvivenza.

Purtroppo, questa convinzione va sfatata perché dinnanzi alla morte non c’è alcuna distinzione e se si è colpiti da una terribile malattia, tutti, gente comune o divi da red carpet, siamo alla pari.

Questo ce lo insegna il grande Totò, in fin dei conti. Quando la morte, di cui non occorre aver paura, chiama, non c’è possibilità alcuna di sottrarsi al suo arrivo. Se così fosse, tutti avremmo il dono dell’immortalità.

Il “nostro” Fedez è uno degli esempi positivi, di chi, da guerriero, ha combattuto, riuscendo a lasciarsi alle spalle tutto il dolore, riconvertendolo in positività, in altruismo.

In fin dei conti, Federico è stato spesso criticato per la sua vita all’insegna del lusso sfrenato ma è l’esempio lampante di un vip, famosissimo proprio come sua moglie,Chiara Ferragni, che ha posto la salute e l’aiuto degli altri al di sopra di ogni cosa, nonostante le critiche sempre all’ordine del giorno.