Tumore testa e collo, i sintomi a cui prestare molta attenzione (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sono tanti, in tutto il mondo, i pazienti oncologici perché “il mostro”, come lo chiama chi, purtroppo, è stato colpito da un tumore, è sempre in agguato e continua a mietere vittime.

Una mattanza che potrebbe essere arginata attraverso la diagnosi precoce. Si sa che, intervenendo nell’immediatezza, si può scongiurare l’aggravamento del quadro patologico, scongiurando un tragico epilogo.

Al giorno d’oggi abbiamo molte possibilità in più di informazione. Dopo 2 anni in cui, a causa delle restrizioni legate alla pandemia da Covid, non è stato possibile partecipare all’evento in presenza, all’appuntamento imperdibile con la Make Sense Campaign, torna, “face to face”, dal 19 al 23 settembre.

Si tratta di una campagna europea di educazione e sensibilizzazione alla diagnosi precoce dei tumori del distretto testa-collo, promossa nel nostro Paese dall’AIOCC, acronimo di Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica.

L’invito esplicitamente rivolto a tutti gli italiani è quello a non sottovalutare o ignorare sintomi che possono, per chi non è esperto in materia, essere scambiati per malattie stagionali, non dandoci importanza, convinti che tutti passi nell’arco di poco tempo.