Tragedia in Italia, Carabiniere spara e si barrica in caserma

Una terribile tragedia si è verificata in queste ore in Italia, nessuno si sarebbe mai aspettato una cosa del genere. Una comunità è sotto shock, vediamo nel dettaglio che cosa è accaduto.

Pubblicato il 28 ottobre 2022, alle ore 9:44

Tragedia in Italia, Carabiniere spara e si barrica in caserma

Ascolta questo articolo

In Italia in questi giorni si stanno verificando una serie di tragedie che stanno sconvolgendo l’opinione pubblica nazionale. Si tratta molto spesso di incidenti stradali, o peggio ancora morti improvvise a causa di malori di varia natura. Si tratta di tragedie che segnano intere comunità e vengono anche riprese dalla stampa, proprio a causa del loro interesse mediatico che provocano. 

Si pensi ad esempio a quanto avvenuto nella giornata del 27 ottobre a Milano, precisamente ad Assago, dove un folle ha accoltellato 5 persone all’interno di un centro commerciale, uccidendone una e ferendone 2 in modo grave tra cui un calciatore di seria A. E sempre in Lombardia, nella stessa giornata, un dramma assurdo ha sconvolto una intera comunità. Vediamo che cosa è accaduto. 

Dramma in caserma

Secondo quanto si apprende dalla stampa nazionale, una tragedia si è verificata ad Asso, nel comasco, dove un brigadiere dell’Arma dei Carabinieri ha sparato al suo comandante, uccidendolo. A sparare è stato Antonio Milia, il quale si è asseragliato in caserma dopo aver sparato e ucciso l’altro militare.

All”interno dello stabile c’erano anche alcune famiglie di carabinieri e un’altra collega. Il comandante ucciso è Doriano Furceri, 57 anni e con 35 di servizio alle spalle. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione, assieme a quelli del comando provinciale e dei Reparti Speciale dell’Arma. Per tutta la notte si è trattato con il brigadiere. 

La morte del comandante è stata ufficializata nelle prime ore del mattino. Alle ore 5:40 è scattato il blitz dei Reparti Speciali che hanno tratto in arresto il brigadiere e lo hanno quindi portato fuori dalla caserma. Da quanto si è appreso, Milia era stato ricoverato in ospedale, e poi posto in convalescenza per diversi mesi, per problemi di disagio psichico: era stato riammesso in servizio perché ritenuto idoneo.

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie ci fanno capire come purtroppo i drammi possano avvenire improvvisamente, dispiace per questo comandante ucciso nella caserma di Asso da un suo collega brigadiere. La comunità è sotto shock per quanto accaduto, nelle prossime ore si potranno sicuramente conoscere ulteriori dettagli su questo tremendo fatto di cronaca accaduto in Lombardia.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!