Tragedia al luna park, ci sono morti e feriti (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ci sono luoghi di divertimento, di svago, che nascondono insidie pericolosissime. Considerati luoghi magici per antonomasia, in cui tutto, persino il profumo dello zucchero a velo, ha un aroma più accattivante, sono lo scenario di molte tragedie, purtroppo.

Se alcuni potrebbero obiettare che a provocare tragici epiloghi sono stati proprio i clienti che hanno violato le disposizioni previste dalla giostra; altri potrebbero controbattere che i dipendenti non hanno neppure disposto un elenco di violazioni, altri ancora potrebbero parlare di negligenza dei genitori.

La realtà è solo una: al di là delle motivazioni, questi luoghi magici, forse, non sono così sicuri come si crede. Giusto per citare 2 esempi recenti in Italia: una ragazza 15enne, che stava festeggiando il suo compleanno in un parco divertimenti, sbalzando da una giostra, è finita contro un albero, morendo sul colpo. E’ accaduto nel Novarese.

In un luna park di San Benedetto del Tronto, una mamma di soli 27anni, salita su una capsula gravitazionale, è precitata da un’altezza di 20 metri. Per la donna non c’è stato nulla da fare.

E l’elenco delle strazianti tragedie, che si sono verificate in Italia e altrove, proprio all’interno dello scenario così fiabesco di un parco divertimenti, è davvero lungo.