Terribile tragedia, stupra e uccide il figlio di 2 anni della compagna (1 di 2)

Ascolta questo articolo

In questo articolo parlerò un tema decisamente forte, quello dello stupro, affinché le autorità riflettano su quando questo triste fenomeno sia dilagante in tutto il mondo e non può passare in secondo piano.

Si tratta di un’emergenza, di una piaga lacerante della società che va combattuta con mezzi drastici, in nome delle famose parole verità e giustizia, affinché non rimangano solo scritte sulla carta.

Occorre concretezza, occorre porre fine ad una strage in cui, a pagarne il prezzo, sono spesso i piccoli, gli innocenti, i fragili. Gli stupri, stando ai dati statistici, vengono consumati molto frequentemente tra le mura domestiche.

I carnefici, gli aguzzini, hanno il volto di persone care al minore che, fidandosi di loro, va incontro alla morte, nella peggiore delle ipotesi, o subisce gli effetti psicologici, oltre che fisici, dell’abuso.

Ovviamente nessuno potrà mai togliere dalla testa della vittima cosa gli è accaduto e quel povero piccolo sarà segnato, per sempre, da quel dramma. Quanto accaduto in Argentina è davvero assurdo.