Terribile tragedia, papà uccide moglie e tre figli piccoli (2 di 2)

Ascolta questo articolo

Negli Stati Uniti, a Phoenix, si è consumato un terribile caso di omicidio-suicidio. La notizia ha sconvolto la comunità locale, facendo rapidamente il giro delle testate locali, per poi diramarsi su tutto il web, oltreoceano. Un uomo ha ucciso la moglie, il figlio maggiore di soli 3 anni e le due gemelline di soli sei mesi, per poi togliersi la vita.

Una famiglia distrutta, una tragedia nella tragedia, in quanto dopo aver sterminato tutti i componenti del suo nucleo, si è suicidato con un colpo di pistola. La macabra scoperta dei cadaveri dei due coniugi e dei loro tre figli, è stata fatta dalla baby sitter, intorno alle 8 di mercoledì scorso. Le vittime sono la 40enne Marla Hudgens, il 44enne Jasen Hudgens, 44, il piccolo Christopher, di tre anni, e le gemelline Gwen e Faye, di 6 mesi.

Una scena a dir poco agghiacciante quella che la tata si è trovata dinnanzi ma, nonostante tutto, è riuscita ad allertare i soccorsi. Nella casa si sentiva un forte odore di gas, tanto che gli stessi vigili del fuoco si sono trovati in difficoltà e hanno dovuto attendere diverse ore prima di entrare in casa. Ma cosa è accaduto? In questi giorni gli inquirenti sono al lavoro per cercare di ricostruire cosa è avvenuto tra le mura domestiche, rimettendo ordine tra i tasselli, anche se sarà l’esito dell’autopsia disposta sui 5, ad accertare le cause del decesso.

Se ad oggi l’uomo, suicidatosi, è l’unico sospettato, il movente sembrerebbe da ricondursi alla non accettazione della fine del suo matrimonio. Sono stati gli amici della coppia a dichiarare che Marla si sentiva infelice e voleva chiudere la sua storia ma nessuno avrebbe mai potuto immaginare un simile tragico epilogo. La donna era socia dello studio legale Lewis Roca a Phoenix e ovviamente, appresa la notizia del suo decesso, tra i tanti messaggi di cordoglio rivolta ai familiari delle vittime, non è potuto mancare quello dei suoi colleghi.

Queste le loro parole: “Siamo completamente sotto choc e stiamo appena iniziando a elaborare questa terribile tragedia. Marla era un avvocato appassionato e sostenitrice dei suoi clienti. Era una leader altrettanto che lavorava instancabilmente per rendere il nostro studio un posto migliore”. Marla era anche una positiva, allenando la squadra del Madison Futbol Club di Phoenix. Anche i calciatori si sono uniti, attraverso un comunicato, ai tanti che stanno facendo sentire la loro vicinanza ai familiari delle vittime. Una tragedia immane, attorno al quale dovrà essere fatta chiarezza.

Scopri altre storie curiose