Terribile tragedia al centro commerciale: ci sono diverse vittime (2 di 2)

Ascolta questo articolo

La notizia, diramata prima dai media locali e, poi, in breve tempo, diffusasi in tutto il mondo, riguarda una terribile sparatoria, avvenuta ieri pomeriggio nel Field’s, un famoso centro commerciale di Copenaghen, situato tra il centro cittadino e l’aeroporto della capitale danese. Il bilancio è di 3 morti e 4 feriti . Le vittime sono un ragazzo e una ragazza danesi di 17 anni e un cittadino russo 47enne, residente in Danimarca, mentre i 4 feriti sono 2 donne danesi di 19 e 40 anni, e 2 cittadini svedesi, un uomo di 50 anni e una ragazza 16enne. Al momento non si hanno notizie di ulteriori persone coinvolte.

Il presunto responsabile della sparatoria è stato già arrestato. Si tratta di un 22enne che, stando alle parole dell’ispettore capo Soren Thomassen, sarebbe già noto, ma solo marginalmente, alle forze dell’ordine. Stando ai racconti dei testimoni oculari, ossia di coloro che si trovavano all’interno del centro commerciale, il giovane, armato di un grosso fucile, è stato fermato dopo la sparatoria dagli agenti della polizia, senza violenza. Ora, naturalmente, è caccia al movente.

Il capo dell’inchiesta, ha precisato: “Sui social vediamo scrivere che si tratterebbe di un movente razzista, ma non posso dire che in questo momento abbiamo qualcosa che supporti” tale ipotesi. La polizia ha invece confermato che sta indagando su video pubblicati online che mostrano il sospettato mentre si punta armi alla tempia e che metterebbero in discussione le sue condizioni psichiatriche. Poco prima, gli inquirenti si erano rifiutati di escludere un atto terroristico. Il 22 enne avrebbe agito da solo, sparando su persone a caso.

Un testimone ha dichiarato di aver sentito almeno 3 spari, vedendo le persone che improvvisamente si sono precipitate all’uscita del centro commerciale, prese dal panico. Un altro testimone ha parlato di spari veramente forti, dicendo che si è sentito urlare di sdraiarsi perché qualcuno stava sparando. Così è rimasto sdraiato, immobile, sino all’arrivo della polizia.

Ancora più terribile il racconto di un altro testimone che ha parlato di 15 spari, affermando: “era tutto irreale, come in un film”. La sindaca di Copenaghen, Sophie H.Andersen, dopo la sparatoria, ha annunciato l’attivazione del piano di crisi, mentre la Casa Reale di Danimarca ha annullato il ricevimento sulla Royal Ship Dannebrog, organizzato in occasione del passaggio del Tour de France nel Paese.

Scopri altre storie curiose