Tendinite al polso: sintomi, cura farmacologica e rimedi naturali

La tendinite al polso provoca un dolore molto forte a chi ne viene colpito. Le donne ne sono più soggette. Il medico potrò indicare la terapia adeguata e suggerire i rimedi utili per eliminare l'infiammazione. Quando non funzionano bisogna intervenire chirurgicamente.

Tendinite al polso: sintomi, cura farmacologica e rimedi naturali

La tendinite al polso, nota anche come Morbo di Quervain, tendinopatia del polso o tenosinovite del polso, è un’infiammazione, talvolta degenerativa Questa interessa i tendini che passano per il polso e le guaine sinoviali. Quando questi si infiammano o subiscono una compressione si avverte dolore sul polso, specialmente quando viene sollecitato. Inoltre, è evidente anche un gonfiore sul lato del polso in direzione del pollice.

Questa non deve essere confusa con la sindrome del tunnel carpale.

L’infiammazione è frequente nelle donne e le cause possono essere molteplici. Sono a rischio le donne in stato di gravidanza, quelle tengono spesso in braccio i bambini e chi soffre di artrite reumatoide.

Sull’infiammazione incide l’uso prolungato e la sollecitazione del polso. Predisposti sono coloro che lavorano al computer o usano in modo scorretto il mouse, chi suona uno strumento, chi pratica alcuni sport e chi fa lavori manuali.

L’infiammazione non deve essere sottovalutata ma curata.

La tendine al polso causa un forte dolore
Il sintomo principale della tendinite al polso è il dolore

Sintomi principali della tendinite al polso

I sintomi della tendinite al polso sono riconoscibili e, a volte, evidenti ad occhio nudo.

Il sintomo principale è il dolore persistente che diventa più acuto con il movimento. Più grave è l’infiammazione, più forte sarà il dolore e la zona interessata. Solitamente, infatti, il dolore si percepisce al polso e alla mano ma quando è più grave può essere avvertito fino alle dita delle mani.

Oltre al dolore, l’infiammazione può determinare un leggero gonfiore, specialmente come conseguenza di un trauma o di un movimento eccessivo o brusco. Questo è dovuto all’infiammazione della capsula articolare e dei tessuti che lo sostengono.

Nel polso si può avvertire anche una sensazione di calore e notare un arrossamento nella zona infiammata.

Al movimento del polso, può essere avvertito anche uno scricchiolio o un crepitio.

Diagnosi

La tendinite al polso può essere invalidante perché può limitare i movimenti e l’uso della mano. Per questo motivo, è importante rivolgersi ad un medico quando compaiono i sintomi.

La diagnosi, prevede l’esame obiettivo del caso e l’anamnesi del paziente ed ha lo scopo di individuare la causa che l’ha determinata. Per valutare l’entità dell’infiammazione può essere necessario eseguire una radiografia e un’ecografia.

Completata l’indagine, si potrà procedere con le cure adeguate.

Con la tendinite al polso è consigliabile indossare un tutore
Utilizzare un tutore può essere consigliabile quando si soffre di tendinite al polso

Cure e trattamenti della tendinite al polso

La prima indicazione del medico sarà di tipo conservativo. Il polso infiammato dovrà stare a riposo assoluto evitando ogni stress o movimento che porti dolore.

Il medico potrà prescrivere al paziente dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e suggerire l’uso di un tutore rigido. La scelta del farmaco e la terapia dovranno essere sempre indicate dal medico e sospesi quando la fase acuta sarà passata.

La terapia farmacologica dovrebbe durare una settimana o finché il medico riterrà opportuno farla; il tutore, invece, va indossato nella fase acuta per evitare di muovere il polso.

Quando le cure risultano inefficaci si dovrà ricorrere alla fisioterapia e alla chirurgia.

Anche l’applicazione di ghiaccio più volte al giorno, per circa 4-5 giorni e per non più di 20 minuti, può aiutare ad attenuare l’infiammazione.

Terminata la fase acuta, invece, si può utilizzare il calore. Le soluzioni sono due. Si può posare sul polso un panno caldo, utilizzare una fascia elastica preriscaldata, o immergere la mano in acqua calda per circa 10 minuti.

Terapie più moderne, invece, prevedono l’uso di ultrasuoni, laser e tecarterapia. Queste tecniche sono indolori e, solitamente, permettono una guarigione e la riduzione dell’infiammazione in tempi piuttosto brevi. La tempista, tuttavia, dipende dal grado di infiammazione esistente.

Bisogna limitare l'uso delle apparecchiature che determinano il problema
Con la tendinite da polso è fondamentale ridurre lo stress dell’arto

Consigli su come prevenire la tendinite al polso

Come abbiamo notato, le cause che determinano la tendinite al polso possono essere numerose. È dunque fondamentale riconoscerle e cambiare lo stile di vita che ad essa è collegata.

Non bisogna, per esempio, esagerare con le attività sportive che tendono più di altre a sollecitare il polso. Tra queste, il tennis, il basket, il bowling.

È importante, inoltre, evitare la continua ed errata ripetizione di movimenti con il polso e fare delle pause lavorative nell’arco della giornata.

Chi sollecita il polso durante le attività lavorative o negli hobby dovrebbe indossare dei tutori specifici per ridurre il movimento dell’articolazione.

Al fine di prevenire il disturbo, è utile anche eseguire degli esercizi di mobilizzazione e allungamento del polso.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!