Sport sotto choc, il campione è stato freddato a colpi di pistola

Il mondo dello sport è scosso da una drammatica tragedia, il campione non ce l'ha fatta. E' stata una macabra esecuzione, ecco il racconto da brividi.

Pubblicato il 25 maggio 2022, alle ore 11:28

Sport sotto choc, il campione è stato freddato a colpi di pistola

Ascolta questo articolo

Il ciclismo è sotto choc per il drammatico annuncio della morte di uno dei suoi più grandi protagonisti. Il pluri iridato campione è stato ritrovato senza vita dopo una vera e propria esecuzione. Si trattava di una grande promessa del ciclismo, nel 2014 aveva conquistato la medaglia d’argento nell’inseguimento a squadre ai Mondiali juniores in Corea del Sud.

Al momento la polizia è al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto, pare che i due malviventi abbiano seguito lo sportivo con l’intento di farlo fuori. Inoltre, si sta ancora indagando per capire i motivi dell’omicidio, se si sia trattato di una tragica fatalità o se il ciclista fosse invischiato in brutti affari con la criminalità: ecco come sono andate le cose.

L’accaduto

La Colombia è ancora scioccata dal macabro assassinio del noto 25enne ciclista Jaima Alberto Restrepo. Il campione è stato ritrovato senza vita a Ciudad Bolivar, riverso a terra in una pozza di sangue nei pressi dell’ospedale e del carcere comunale. Secondo quanto trapela dalle ultime ricostruzioni, erano circa le 18.30 quando il ciclista è stato raggiunto da due malviventi in moto che l’hanno freddato con diversi colpi di pistola.

Al momento non sono ancora chiari i motivi dell’omicidio, il comandante della polizia Daniel Mazo ha comunicato quanto segue: “Uno dei malviventi, un 35enne noto come ‘Crambo’, è stato catturato. Al presunto killer è stato sequestrato un revolver calibro 38“. E’ stato già arrestato, dunque, uno dei killer che ha spezzato così presto i sogni del giovane campione di ciclismo.

Dopo una carriera giovanile travolgente, diventando anche campione panamericano di cronometro giovanile, Restrepo si era preso una pausa dallo ciclismo per ritornare poi in pista nel 2019. Sebbene non fosse ancora riuscito a ritrovare quei livelli, quest’anno si era allenato con grande impegno in attesa di essere richiamato da qualche team. Purtroppo, però, le sue ambizioni sono state spente per sempre da due spietati assassini.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Si tratta di una notizia davvero agghiacciante. Un giovane campione di ciclismo è stato freddato da due spietati assassini in Colombia. E' davvero assurdo come un ragazzo innocente possa fare questa fine così terribile, aveva ancora una vita davanti a sè. Spero che gli assassini passino il resto della loro vita in carcere.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!