Siniša Mihajlović, è successo all’apertura della camera ardente: fan increduli (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Il mondo del calcio giocato, ma in generale il mondo intero, sono sotto choc , sin da quando, con un lungo comunicato della famiglia, è arrivato l’annuncio che nessuno mai avrebbe voluto sentire:  quello dell’improvviso decesso del grande Sinisa Mihajlovic, “uomo unico, professionista straordinario, disponibile e buono con tutti” che ha coraggiosamente lottato contro una orribile malattia.

Una lotta, quella del grande calciatore e allenatore, iniziata con l’agghiacciante diagnosi di leucemia mieloide acuta, di cui lui stesso ne parlò il il 13 luglio 2019, in conferenza stampa.

Un nemico insidioso, che è riuscito a sconfiggere, sino a quando la recidiva, in pochi giorni, se l’è portato via, strappandolo alla sua famiglia, da sempre suo porto sicuro, suo punto di forza, in grado di sostenerlo nei momenti bui della malattia, di strappargli un sorriso anche nonostante le dure cure alle quali si sottoponeva e che lo mettevano a dura prova.

Sono migliaia, oggi, domenica 18 dicmbre, le persone in fila in Campidoglio, a Roma, per la camera ardente di Sinisa Mihajlovic. La Sala della Protomoteca è stata aperta al pubblico alle 10:00 e sono in tantissimi i personaggi del mondo del calcio, dello spettacolo, della politica, oltre ai tantissimi tifosi, giunti per dare l’ultimo saluto al grande campione. Ma vediamo cosa sta accadendo.