Signora va al mercato, trova 175mila euro e li restituisce alla proprietaria (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Natale è alle porte e il motto è sempre lo stesso: “A Natale siamo tutti più buoni”. Peccato che questo rimane solo scritto sulla carta, mentre la realtà è tutt’altra.

Sempre meno gente disposta ad aiutare gli altri, sempre più materialismo. I valori di un tempo, quelli in cui con poco si faceva tanto, sono caduti nel dimenticatoio.

L’altruismo, la generosità d’animo, la voglia di far del bene gratuitamente, senza pretendere nulla in cambio, scarseggiano e, a pagarne le conseguenze, sono proprio coloro che ancora tali valori li custodiscono.

La nostra è una società in crisi, anche sotto l’aspetto morale; una società che merita di riflettere e farsi un esame di coscienza. Se si rimane fermi sulle proprie idee, la situazione è destinata solo a peggiorare.

A pagarne lo scotto, come sempre, i buoni, coloro che non sono certo “fessi”, ma che conoscono ancora cosa significa rispettare l’altro. Quanto accaduto diverso tempo fa, è un esempio sempre attuale, da cui si può prendere spunto per far del bene.