Romano Prodi, l’annuncio improvviso: “E’ mancato” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Le elezioni politiche sono alle porte. Come ormai noto, si voterà domenica 25 settembre 2022. Esse sanciranno l’entrata in vigore della riforma del taglio dei parlamentari, confermata dal referendum del 20-21 settembre 2020.

Il prossimo Parlamento sarà composto da 400 deputati e 200 senatori. Le elezioni, in Italia, si sarebbero dovute svolgere nel 2023 ma, vista la fine anticipata del governo guidato da Mario Draghi, al momento in carica soltanto per il disbrigo degli affari correnti, sta accadendo qualcosa di nuovo.

Per la prima volta, nella storia della nostra Repubblica, ci sarà un’apertura anticipata dei seggi. Le urne, in Italia, si apriranno nel secondo semestre dell’anno.

Ormai è questione di pochissimi giorni e sono davvero tante le tematiche, scottanti, sulle quali gli aventi diritto saranno chiamati a votare. Intanto, i principali leader politici tentano gli ultimi convincimenti.

Nel fatidico tram tram precedente le elezioni, tra la frenesia, il fatto di voler aggiudicarsi il maggior numero di voti, vengono intervistati personaggi storici della politica italiana.