Reddito di Cittadinanza cancellato da subito: ecco cosa sta succedendo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, è la trionfatrice delle elezioni politiche di domenica 25 settembre che segnano, in generale, il trionfo del centrodestra.

Una vittoria cui sono conseguite inevitabili polemiche, anche piuttosto pesanti, con commenti al cianuro, di coloro a cui proprio non è andata giù la Meloni. C’è chi l’ha definita un “ritorno al fascismo”.

Ma non è più tempo di discutere, dato che il nuovo esecutivo avrà un sacco di temi da dover affrontare con urgenza, in un’Italia posta in ginocchio dalla crisi economica e finanziaria in corso.

In primis, dovrà discutersi l’annosa e rognosa questione reddito di cittadinanza. Cosa ne sarà del cavallo di battaglia del M5S? Sono in tante le famiglie preoccupate per le sorti del sussidio.

Ricordiamo che il reddito di cittadinanza è una misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale. Coloro che lo richiedono e che ne diventano beneficiari, si obbligano a seguire un percorso personalizzato di inserimento lavorativo e di inclusione sociale.