“Re Carlo III abdica”. Il tam tam corre veloce in Uk: accadrà a breve (1 di 2)

Ascolta questo articolo

L‘8 settembre 2022 è una data storica, una data che rimarrà per sempre impressa in chi, quei momenti, li ha vissuti; in chi non è riuscito a trattenere le lacrime di disperazione, per il vuoto lasciato dalla più grande sovrana della storia.

Con la morte di Elisabetta II non si chiude solo un’epoca, costellata di cambiamenti immani sotto l’aspetto socio-economico e politico, ma va via una figura iconica del 900, che ha  saputo tenere ben salde le redini di un regno del quale si è assunta la responsabilità sin da quando non aveva ancora compiuto 26 anni.

The Queen, Sua Maestà, la più longeva della storia, seconda solo a Re Sole, rimarrà nel cuore del mondo intero per la dedizione, la devozione verso il suo ruolo che ha portato avanti, egregiamente, sino alla fine dei suoi giorni.

Ora il compito di continuare a tenere ben salde le redini della monarchia costituzionale inglese spetta al suo primogenito Carlo, divenuto re col nome di Carlo III.

Carlo, come da tradizione, è stato proclamato re presso il St James Palace, durante l’Accession Council, alla presenza della regina consorte Camilla; la donna che con la quale condivide la sua vita da 17 anni, l’erede al trono William, la neo premier Lizz Truss, alti politici e dinnanzi all’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby.