Prodotti Lidl, qual è la loro reale provenienza: ecco la lista

I prodotti Lidl sono gettonatissimi dalle famiglie italiane, sfatando il mito che prezzo basso sia sinonimo di prodotto scadente .Ecco da dove provengono.

Pubblicato il 15 maggio 2022, alle ore 17:08

Prodotti Lidl, qual è la loro reale provenienza: ecco la lista

Ascolta questo articolo

Quante volte, recandovi ad un discount, vi siete chiesti se un prodotto è veramente buono? Se i prezzi bassi fanno gola a tutti, dall’altro sembra di acquistare merce di poco valore.

Ma è davvero così? Assolutamente no perchè pagare un prodotto poco non vuol dire per forza pagare un prodotto di scarsa qualità. E se leggerete questo articolo, resterete stupiti nel vedere che molti prodotti dei discount nascono all’interno di stabilimenti di marchi molto noti che sicuramente conoscete benissimo. 

Da dove provengono i prodotti Lidl 

Molti dei prodotti Lidl sono fatti da aziende italiane che garantiscono dunque un alto livello di qualità, assicurando inoltre un costo molto competitivo. Sono davvero tante le famiglie che scelgono la catena di supermercati Lidl, in cui si puà fare la spesa risparmiando ma portando a casa prodotti di qualità, sicuri e affidabili. 

Vi faccio qualche esempio. I prodotti a marchio “Realforno” per esempio, vengono da aziende differenti: i biscotti vengono dalla Baiocco, mentre i savoiardi vengono dalla Vicenzi mentre la Colussi produce i Petit realforno lidl così come i frollini dolfi e colombini. I croissant alla crema e vuoti con lo zucchero Nastrecce Lidl sono prodotti da FBF Gruppo Bauli. Il riso Robigna (sacchetto da 2 kg), inoltre é prodotto da Scotti. La bresaola Fresca Fetta LIDL viene dalla Beretta così come parte dei wurstel. Infine la birra Finkbrau in bottiglia di vetro prodotta nello stabilimento Castello Pedavena (ex Moretti). Insomma, aziende non proprio di secondo piano.

Sempre più spesso, complice la crisi economica strettamente connessa alla pandemia e all’alto tasso di disoccupazione, i discount spopolano, conquistando anche l’abbigliamento. La responsabile comunicazione di Lidl Italia, Alessia Bonifazi, ha dichiarato all’AdnKronos: “Vogliamo offrire un’esperienza d’acquisto davvero a 360°, così che, tra un pacco di pasta e un chilo di farina, nel carrello entra ora anche la moda ‘democratica’”.

Il progetto ‘Esmara by Heidi Klum’ nasce dalla capacità del gruppo Lidl di ottimizzare i costi: “ordinando elevati quantitativi e, disponendo di una rete logistica efficiente, è stato possibile creare una collezione con materiali di alta qualità, ma a prezzi convenienti. L’accordo vede la modella tedesca Heidi Klum nel doppio ruolo di testimonial e stilista. “La mia moda? Fa risplendere durante le feste ed è allo stesso tempo easy ed elegante”, ha dichiarato la creatice. Ecco che Lidl sorprene per i suoi abiti, ad un prezzo molto basso, compreso dai 7 ai 30 euro, regalando ai consumatori paillettes, velluto, satin ed eco pelliccia, tessuti elegati e colori caldi. Tra i capi d’abbligamento più apprezzati: il cappotto invernale bordeaux, il top di velluto e il minidress color cipria, oltre a delle meravigliose scarpe, tutti acquistabili in numerosissimi store a livello internazionale. E voi, adorate far la spesa nei discount? Cosa ne pensate? 

I nostri video tutorial
Caterina Lenti

Cosa ne pensa l'autore

Caterina Lenti - Io ho sempre acquistato nei discount, Lidl compreso e non ho mai avuto fregature anzi, per la gioia del mio bambino e della mia famiglia, ho trovato prodotti di qualità, simpaticissimi nella confezione, ottimi nel gusto e sicuri. Insomma, di sicuro il discount non lo lascio perché mi ci trovo benissimo!

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!