Prelievo bancomat, cambia tutto da gennaio 2023: ecco cosa si rischia (1 di 2)

Ascolta questo articolo

In un mondo sempre più soggetto a batoste a causa della crisi economica e finanziaria in corso, è sempre più difficile stare al passo con le regole che si succedono di anno in anno.

Si parla di regole da osservare per evitare di andare incontro a sanzioni e, logicamente, la paura di ritorsioni, è sempre in agguato. Si tende a far confusione su cosa sia lecito e cosa no fare.

In molti, ad esempio, sono resti all’uso delle carte per l’effettuazione di prelievi presso gli sportelli automatici. Sarebbe un metodo più semplice e veloce per prendere il denaro che ci occorre.

Ancora oggi, in tanti preferiscono tenere in casa una certa somma per fronteggiare le diverse spese quotidiane, avendo paura di andare incontro ad errori “tecnologici”.

Specie i più anziani e gli over 60, fanno fatica a immaginare un semplice prelievo, in quanto ci vedono dietro una possibile truffa, avendo il terrore che qualche malfattore possa svuotare il conto. Ma è davvero così ?