Piero Angela è morto: svelate poco fa le cause della morte (2 di 2)

Ascolta questo articolo

Nei giorni scorsi Piero Angela ha voluto lasciare al sito Internet del suo programma SuperQuark l’ultimo messaggio di saluto ai telespettatori: “Amici, mi spiace non essere più con voi, la natura ha i suoi ritmi”, aggiungendo: “Cari amici mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana. Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire”.

La causa della morte di Piero Angela dovrebbe essere naturale. Stando alle prime sommarie informazioni reperite, il conduttore, da tempo, stava inoltre facendo i conti con una malattia oltre che con qualche acciacco dovuto alla sua età, anche se attorno ad un eventuale problema di salute che abbia potuto contribuire alla morte non ci è dato saper nulla, per il momento, avendo la famiglia mantenuto il giusto riserbo.

Solo pochi giorni fa, in una toccante lettera di saluto alla Rai e al suo pubblico, quello che non ha mai spesso di seguire le sue interessanti puntate, aveva dichiarato: “Penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese”. Dato che in molti suoi fan si stanno chiedendo se con il decesso del noto divulgatore scientifico c’entri il Covid o il vaccino, queste due ipotesi sono totalmente escluse.

Piero Angela, ha proseguito: “Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti .Ma anche, sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell’ambiente e dell’energia”. È stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati. A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato”.

Parole che hanno lasciato sconvolto il mondo televisivo italiano. E c’è chi lo immagina, in Paradiso o in un’altra dimensione, per chi non è credente, dialogare con i grandi di cui ha sempre parlato. Una stella in più brillerà sotto nel cielo d’agosto. Una stella luminosa. che ha contagiato tutti con il suo eccezionale talento, la sua professionalità, la sua umiltà, nonostante una carriera costellata di successi non solo in tv, ma anche come eccezionale scrittore.

Scopri altre storie curiose