Piero Angela è morto: svelate poco fa le cause della morte (1 di 2)

Ascolta questo articolo

La morte? Una grande scocciatura!”, diceva. Eppure, come un fulmine a ciel sereno è arrivata la drammatica notizia del suo decesso, a 93 anni, che ci ha lasciato letteralmente senza parole, spiazzati.

Se n’è andato nella notte, Piero Angela, il divulgatore scientifico più amato dai telespettatori italiani, colui che per decenni, con estrema semplicità, ha saputo farci conoscere e amare la scienza.

Un vuoto incolmabile, quello legato alla sua assenza, comunicata dal figlio Alberto, che ha seguito le sue orme, con un post su Instagram in cui, in tre sole parole: “Buon viaggio papà”, racchiude tutto il dolore per la perdita di colui che ha rappresentato la sua guida, la sua roccia.

E pensare che solo qualche settimana fa, aveva festeggiato il giubileo di platino con la Rai, aprendo la nuova stagione di Super Quark, con un auto-omaggio ai suoi 70 anni di carriera.

Piero Angela, classe 1928, torinese, con il suo sorriso, il suo modo di fare rassicurante, la pacatezza che lo ha sempre contraddistinto, è entrato nelle case di milioni di italiani, facendo loro conoscere le bellezza della nostra Penisola, la storia, la scienza.