Piede d’atleta: cos’è, quali sono le cause e i rimedi

Le lacerazioni tra le dita dei piedi possono essere molto fastidiose e danno vita a quello che viene detto piede d'atleta. Le cause possono essere tra le più varie, come per esempio l'aumento della sudorazione e l'ambiente eccessivamente caldo o umido

Piede d’atleta: cos’è, quali sono le cause e i rimedi

Le lacerazioni tra le dita dei piedi possono avvenire con l’arrivo del caldo quando con l’aumento della sudorazione possono proliferare i microrganismi.

Le lacerazioni tra le dita dei piedi si presentano come piccole piaghe che danno dolore e prurito. Le forme acute si presentano con vescicole e bolle e possono essere quindi particolarmente fastidiose.

Se si gratta, la pelle umida e bianca si può sollevare e staccare e si creano delle piaghe che possono essere dolorose e impedire di camminare bene.

Piede d’atleta: cos’è e le cause

All’inizio il bruciore può essere sopportabile ma se trascurato si può arrivare anche al sanguinamento. La causa sono alcuni microrganismi che proliferano con l’aumento della sudorazione. Tra questi la Tinea, una patologia contagiosa scatenata da un gruppo di funghi. Questa viene chiamata in genere Piede dell’atleta perchè ne soffrono soprattutto coloro che usano scarpe da ginnastica senza i calzini.

L’ambiente umido è quello ideale per questi funghi che si presentano maggiormente tra il quarto e il quinto dito del piede, proprio per questo gli ambienti ideali per contrarre le infezioni sono i pavimenti delle docce, delle saune degli spogliatoi.

Questo disturbo è più frequente in estate, quando si ha un’intensa sudorazione che provoca quindi la macerazione della pelle che risulta più esposta alle aggressioni esterne. Il camminare a piedi nudi sul bagnasciuga e in piscina aumenta la probabilità di contrarre la patologia.

Rimedi e come prevenirlo

Per prevenire il contagio occorre evitare di stare a piedi nudi in ambienti dove regna l’umido per eccellenza, come per esempio la piscina o le palestre. La trasmissione della patologia avviene per contatto grazie a frammenti di pelle che si staccano dal malato e si diffondono nell’ambiente circostante.

Per la cura sono utili dei pediluvi a base di bicarbonato da eseguire mattino e sera. L’infezione può essere trattata con creme e lozioni a base di antimicotici. Data la delicatezza del disturbo è sempre bene rivolgersi al proprio medico.

I nostri video tutorial
Pamela Belli

Cosa ne pensa l'autore

Pamela Belli - Le lacerazioni tra le dita dei piedi sono un problema che prima o poi molti di noi hanno sperimentato. Si tratta di un fastidioso disturbo che può addirittura compromettere la camminata. Occorre davvero fare un'ottima prevenzione a cominciare dall'evitare calzini sudati, calzature chiuse e ogni altra cosa non consenta una giusta traspirazione del piede.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!