Patrizia e Heros, chi erano i ragazzi investiti e uccisi dal treno e cosa è successo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ogni volta che ci si trova dinnanzi a tragedie come questa, si rimane sgomenti. Il senso di incredulità, cede il posto al dolore per due nuove vittime di un investimento sui binari.

E’ rimasta impressa in tutti noi la storia delle sorelle Pisanu, di Giulia e Alessia, travolte e uccise da un treno, sotto gli occhi di numerosi testimoni che erano nella stazione di Riccione, in attesa della loro corsa.

In pochi istanti, dopo un unico boato, Giulia e Alessia, di 17 e 15 anni, hanno perso la vita, impattando contro il muso in vetroresina del Frecciarossa, in arrivo a Riccione da Pescara.

Nonostante la prontezza del macchinista, il tragico epilogo è stato inevitabile poiché , come sapranno gli addetti ai lavori, un mezzo del genere, in condizioni di sicurezza ottimale, può raggiungere i 200 chilometri orari.

Per le due sorelle, che stavano rientrando a casa dopo una serata in discoteca, non c’è stato scampo. La stessa sorte è toccata, purtroppo, solo poche ore fa, ad un uomo e una donna. Vediamo chi sono le vittime.