Ora legale per tutto l’anno, la decisione: “Si risparmieranno un miliardo di euro” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Dopo il cambio stagione, arriva il fatidico cambio orario, ossia il passaggio dall’ora legale all’ora solare ma c’è chi proprio non accetta questa cosa ed è per questo che sono in corso, da anni e anni, forti polemiche attorno alla “convenzione delle convenzioni” più dibattuta di sempre.

Come ormai noto, l’ora legale, ideata da Benjamin Franklin, che, nel lontano 1784, diede alle stampe un saggio, intitolato “Un progetto economico per la riduzione del costo della luce”. In esso, Franklin sottolineava come la trasformazione di qualche usanza avrebbe permesso di risparmiare molto denaro.

Il famoso politico e scienziato statunitense intendeva fa notare che semplicemente anticipando di un’ora il risveglio, avrebbe consentito di sfruttare maggiormente la luce solare in orario serale, comportando un notevole risparmio nell’acquisto delle candele.

L’importanza delle sue parole non venne subito compresa, fino a quando, esperti sparsi per il mondo, facendo tesoro delle parole di colui che era stato l’inventore dell’ora legale, iniziarono a diffonderla. Nel nostro Paese essa venne introdotta per la prima volta nel 1916.

Il 30 ottobre 2022 dovremo dire arrivederci all’ora legale che cederà il posto all’ora solare, con uno spostamento delle lancette di un’ora indietro, dalle 3: 00 di notte alle 2:00.