Nella notte è morto il volto noto di Canale 5. La drammatica notizia (1 di 2)

Ascolta questo articolo

La morte è imprevedibile. Arriva all’improvviso, in un giorno qualunque, strappandoti agli affetti più cari, quelli di una vita, con cui si sono condivisi gioie e dolori.

Non fa distinzioni tra ricchi e poveri, tra star da red carpet e gente comune, perché di fronte a lei tutti siamo uguali. Non importa quante ricchezze abbiamo accumulano nella vita terrena, tanto dobbiamo lasciarle andare, non possiamo portarcele nel viaggio verso l’aldilà.

Al di là che una persona sia credente o meno, il dolore della scomparsa di una persona a cui si è voluto un bene dell’anima o per il quale si è nutrito un amore incondizionato, è lacerante; una ferita sempre aperta, pronta a sanguinare.

Purtroppo anche la Mediaset non è indette da improvvise scomparse che hanno lasciato sconvolti milioni di telespettatori. E non parlo delle morti al limite del surreale con tanto di rinascita propinate da Beautiful, ma di decessi reali.

E’ passato poco tempo dalla scomparsa del coccolato e amato assistente di studio di Maria De Filippi e Gerry Scotti, Piero Sonaglia, che se n’è andato a soli 51 anni. Chi potrà mai dimenticarlo? Era un volto iconico della Mediaset.