Muore per un malore, ma in obitorio avviene qualcosa di terribile (1 di 2)

Ascolta questo articolo

All’orrore non c’è mai fine, poco ma sicuro. Ogni giorno, la cronaca nazionale ed estera, ci mette dinnanzi a fatti sconvolgenti, che non vorremmo mai sentire in quanto sono da brividi.

Sono casi talmente forti, da lasciare sgomenti, indignati, tutti coloro che si trovano, per puro caso, a leggerli in quanto non c’è rispetto neppure per i morti, in questo mondo.

Oltre al dolore immane che i familiari di una defunta devono affrontare, se ne aggiungono altri che creano indignazione nell’opinione pubblica. All’unisono, gli utenti chiedono la comminazione di pene esemplari.

Questo affinché simili reati, tra i più efferati, non vengano liquidati in quattro e quattr’otto, ma vengano debitamente puniti. C’è un caso, risalente a diversi anni fa, di cui si parla ancora oggi.

Innescò, all’epoca dei fatti, un fortissimo clamore mediatico per la sua gravità e ne parlarono a lungo quotidiani e testate d’oltreoceano e nazionali Vediamo cosa accadde.