Muore mentre era a letto con l’amante, la scoperta del marito (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Un argomento decisamente scottante, quello di questo articolo. Parliamo, infatti, di tradimento, di alta infedeltà. Parto subito con una domanda. In quanti di voi, che state leggendo questo articolo, avete avuto il coraggio di confessare di aver cornificato il vostro partner?

Lasciando da parte il falso perbenismo e le classiche frasi da puritani come “non lo farei mai”, pur non essendo qui a fare il tribunale dell’inquisizione, devo ammettere che, su questa tematica, l’opinione pubblica è fortemente divisa.

C’è chi non passerebbe neppure sopra una scappatella e chi, per il bene dei figli, perdonerebbe di tutto. C’è chi si fa i suoi mea culpa, ammettendo di aver sbagliato e supplicando la compagna o il compagno di perdonare l’errore.

In alcuni casi, dopo il perdono, tutto procede anche meglio di prima. In altri casi, avviene diametralmente l’opposto, in quanto alcuni si fanno giustizia da soli, dopo aver colto in flagrante il partner.

Chi decide di tradire, deve preventivare anche di essere “sgamato”, e di essere lasciato, non certo ucciso… dall’amante. La storia che sto per raccontarvi e che ha come protagonista la donna che vedete in foto ha davvero dell’incredibile. Vediamola insieme.