Morte Manuel Vallicella, il fratello rompe il silenzio: lo straziante messaggio che tocca il cuore (2 di 2)

Ascolta questo articolo

Il brano dice: “La mia storia parte da dove sai, dai sussurri e le accuse a labbra chiuse, e da un sogno sigillato in una lacrima ai tatuaggi come scudo sulle vene per non scordare mai…”, descrivendo a pieno Manuel, il ragazzo dall’animo buono, sensibile, fragile; il ragazzo d’altri tempi inghiottito dalla depressione che se l’è portato via. 

Poche ore dopo il decesso, sono iniziati a circolare rumors sui cattivi rapporti di Manuel con la sua famiglia. A chiarire come stanno realmente le cose e mettere la parola fine (si spera) alle menzogne, ci ha pensato Cristian Vallicella, fratello dell’ex volto tv, morto suicida a 35 anni.

Cristian ha deciso di metterci la faccia sui social per evitare spietate speculazioni che hanno preso piede, in questi momenti di assoluto dolore per la sua famiglia, dicendo: “Vi ringrazio dei molteplici messaggi che sto ricevendo di supporto”. Questo l’esordio. Poi, come un fiume in piena, si è sfogato.

“Solo una cosa: non ascoltate pseudo interviste o altre persone che dicono cavolate proprio per rispetto, almeno. Non voglio perdere tempo a spiegare cose false da persone estranee. Proprio per rispetto, per favore. Se non sapete… Fate come mio fratello, parlate di meno! Perché con me, mia sorella, etc.Vi dico io la verità, il rapporto lui con noi ce l’aveva eccome!”, ha aggiunto.

Parole toccanti, le sue, che si è sentito preso in causa da chi, incurante dell’enorme sofferenza che avrebbe potuto recare in aggiunta allo strazio che stanno vivendo i familiari di Manuel. Credo che il rispetto, il silenzio e il raccoglimento farebbero meno danni.

Scopri altre storie curiose