“Lo ha morso ed è strisciato via da dietro l’orecchio”. Neonato grave in ospedale (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sono in tanti, nel mondo, a soffrire di aracnofobia, ossia ad aver paura dei ragni. Parlo di una paura che può essere estesa, sino ad interessare altre specie dotate di zampe e dall’aspetto simile.

Le reazioni dinnanzi alla vista di un ragno sono le più disparate. Chi ha paura può manifestare comportamenti irrazionali ed essere letteralmente travolto dall’ansia. Tra i sintomi più diffusi, alla vita di tale creatura, troviamo vertigini, tachicardia, nausea, tremori, sudorazioni. Ovviamente la paura si innesca per svariati motivi.

Alla base dell’aracnofobia possono esserci eventi traumatici che hanno a che fare con i ragni, vissuti sulla propria pelle durante l’infanzia o nell’adolescenza, oppure l’ansia può innescarsi alla vista di qualcuno che è fortemente spaventato nel vedere un ragno.

Ovviamente, a coloro che restano terrorizzati si contrappongono quelli che mangiano i ragni per cui il mondo è bello perché vario, anche sotto questo punto di vista.

Proprio per restare in tema, vi racconto una storia che è stata ripresa dalle principali testate, avente per protagonista un neonato di sole 15 settimane che è stato morso da una falsa vedova nera.