L’infettivologo Matteo Bassetti ospite di Cartabianca: ecco cosa ha rivelato

L'infettivologo del San Martino di Genova, Matteo Bassetti, ospite di Cartabianca, la nota trasmissione di Bianca Berlinguer, rivela dettagli sconvolgenti.

L’infettivologo Matteo Bassetti ospite di Cartabianca: ecco cosa ha rivelato

Ascolta questo articolo

Il noto talk show di Rai 3, Cartabianca, condotto da Bianca Berlinguer, affronta temi di scottante attualità e di cronaca, rivelandosi nel corso degli anni un programma di punta, seguito da una grossa fetta di italiani. 

Tra gli ospiti della giornalista, si rivede l’ormai celebre Dottor Bassetti onnipresente, da ormai un paio d’anni, oltre che presso l’ospedale San Martino di Genova, dove presta servizio, anche in numerose trasmissioni televisive.

Le clamorose rivelazioni di Matteo Bassetti

Il noto infettivologo, negli ultimi mesi finito nel mirino dei no vax per via della sua accesa posizione a favore della campagna vaccinale, nonostante le minacce di morte rivolte anche ai suoi familiari, non smette di dire, giustamente la sua, facendo allarmare i telespettatori. Secondo quanto da lui rivelato, la crescita della curva pandemica sarebbe ritornata preoccupante. Pone l’accento poi, sul grave errore, a suo dire, di passare dall’estremo di un eccesso di informazione sul Covid a non parlarne proprio più. Questo comporterebbe il rischio imperdonabile di far abbassare la guardia, con tutte le conseguenze del caso.

Non manca ancora una volta di spingere sulla campagna vaccinale che, per l’infettivologo, è un imperativo categorico: “Bisogna continuare con la strategia vaccinale che ci ha portato fuori dalle ondate“. A questo proposito, si attende forse già oggi, 17 marzo 2022, l’annuncio da parte della Pfizer-Biontech, della richiesta di approvazione di emergenza della quarta dose del vaccino contro il Covid. Al momento si ritiene che non riguarderà tutta la popolazione, ma solo chi ha oltre 65 anni di età, c’è motivo di credere invece, che come le volte precedenti, presto o tardi coinvolgerà tutte le fasce d’età.

Intanto Andrea Costa, sottosegretario di Stato al Ministero della Salute nel Governo, auspicando un graduale ritorno alla normalità con un’estate senza restrizioni, rivela quali sono gli allentamenti sui quali si discuterà in un incontro proprio nella giornata di oggi. Parla così il sottosegretario: “Sicuramente si toglierà il Green pass all’aperto anche per le attività sportive e ci sarà anche una trasformazione del Green Pass rafforzato in Green pass base in alcune realtà. Questo permette anche ai non vaccinati di poter riacquisire tutta una serie di libertà che sono compresse. Ci avviamo a un ritorno alla normalità e credo che sia ragionevole pensare che finalmente avremo un’estate senza restrizioni». 

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - L'auspicio è quello di un netto ritorno alla normalità con l'abolizione delle restrizioni. Questo permetterebbe ai non vaccinati di riacquisire libertà fondamentali, dando anche una grossa mano all'economia, fortemente compromessa da due anni di crisi. La crisi umanitaria ha messo da parte altre questioni, si spera che tutto volga per il meglio.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!