“L’ho fatto per punirmi”. Uccide la compagna e poi lo strano gesto (1 di 2)

Ascolta questo articolo

All’orrore non c’è mai una fine, questo è poco ma sicuro. Ci sono storie da brivido, che urtano la suscettibilità dei più sensibili a queste tematiche ma che non possono essere ignorate.

Sono storie di donne uccise barbaramente dai loro compagni… una piaga sociale sempre più dilagante in quanto l’elenco dei femminicidi si accresce a vista d’occhio.

Come si evince dagli ultimi fatti di cronaca, gli aguzzini, i carnefici, si nascondono proprio tra le mura domestiche; quelle che, erroneamente, riteniamo le più sicure.

Sono all’ordine del giorno storie di maltrattamenti, abusi, sevizie, umiliazioni, sino agli omicidi nelle modalità più disparate, commessi, con efferatezza, pur di sopprimere la vita della partner o ex compagna.

Tra il 22 e il 23 settembre 2022Lilia Patranjel è stata uccisa a coltellate dal convivente, con il quale aveva avuto un figlio. Proprio su questo caso, abbiamo degli sconvolgenti aggiornamenti.