L’età della prima mestruazione dice molto sulla propria salute

La prima mestruazione o menarca segna l’inizio di una tappa nuova per tutte le donne, ma l’età nella quale si presenta per la prima volta influisce sui problemi di salute

L’età della prima mestruazione dice molto sulla propria salute

Il termine per riferirsi alla prima mestruazione nella vita di una donna è “menarca”, anche se al giorno d’oggi non è molto utilizzato, ma l’arrivo della prima mestruazione è di solito un momento cruciale nella vita di ogni adolescente: per molte culture significa diventare una donna e lasciare in qualche modo l’infanzia.

Oggi l’età media del menarca si aggira attorno ai 12-13 anni ed è stato scientificamente attestato che è fortemente legata alla storia familiare, pertanto la prima mestruazione potrebbe coincidere con quella della propria madre, della zia o della nonna.

Ma, secondo gli psicologi, ci sono anche altri fattori che possono anticipare il menarca: il rapporto con i propri genitori, l’assenza di sport, il fumo e l’obesità.

Tuttavia, l’età in cui arriva la prima mestruazione può anche dare indicazioni su molti altri fattori della vita, come l’alimentazione e anche la salute in età adulta. 

I problemi del menarca precoce 

Di solito la prima mestruazione è un evento che si verifica tra i 10 e i 17 anni, ma chi l’ha avuto fuori da questa fascia d’età (o prima dei 10 anni o dopo i 17 anni) potrebbe patire nel corso della vita altri problemi di salute.

Secondo alcuni studi sull’argomento, escludendo problemi più seri come l’obesità infantile, la nascita prematura e il fumo, il menarca precoce può rivelare carenza di affettività da parte della famiglia: la mancanza di attenzioni, coccole o la poca presenza dei genitori fanno sì che il proprio corpo senta il bisogno di crescere in fretta e far arrivare, così, le mestruazioni prima dei 10 anni. Inoltre, per chi è al di fuori di questa fascia d’età, potrebbe poi avere maggiori possibilità di malattie cardiache in età adulta.

Un ulteriore problema che può portare la precocità è il cancro al seno; infatti, alcune ricerche dimostrano che le donne che hanno il ciclo mestruale prima dei 12 anni potrebbero essere più vulnerabili a sviluppare questa patologia in età adulta. Una delle cause è l’alto livello di estrogeni, il che significa che quando sono presenti in misura minore, sono più sani. Pertanto è necessario sottoporsi più frequentemente a screening capillari in maniera tale da avere una diagnosi precoce ed un maggior controllo.

La pubertà implica più interesse per l’attrazione verso possibili partner e l’aspetto di se stessi ed è ovvio che prima si sviluppa il corpo, prima si inizierà ad uscire e ad avere rapporti sessuali, è parte del ciclo naturale della vita. Ma un sondaggio ha rivelato che le donne che raggiungono la pubertà in età precoce soffrono maggiormente di depressione, bullismo e comportamenti aggressivi e antisociali. Ciò è dovuto ad una combinazione di fattori: dalla diversa pressione sociale al cocktail di ormoni che creano maggiore iperattività e aggressività.

Anche se l’età nella quale appare la prima mestruazione ha influenza sulle malattie che si possono sviluppare, è possibile diminuire i rischi seguendo abitudini sane e una buona qualità della vita.

I nostri video tutorial
Paola Mele

Cosa ne pensa l'autore

Paola Mele - Durante la pubertà appaiono una serie di cambiamenti fisici che indicano l’arrivo della prima mestruazione che di solito è un momento cruciale nella vita di ogni adolescente. E’ fondamentale, pertanto, il supporto da parte di ogni madre in questa fase di cambiamento, instaurando con la propria figlia un rapporto di fiducia, rispetto e complicità.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!