L’allarme dei neuroscienziati alle donne: attenzione a questo consiglio prima di dormire

I neuroscienziati, in un recente studio, hanno lanciato un messaggio molto forte alle donne, invitandole a prestare attenzione ad alcune cose prima di andare a dormire.

Pubblicato il 11 giugno 2022, alle ore 6:55

L’allarme dei neuroscienziati alle donne: attenzione a questo consiglio prima di dormire

Ascolta questo articolo

Numerosi studi, nel corso degli anni, hanno sottolineato l’importanza del buon sonno e le problematiche di salute, che possono minare la nostra vita, connesse ad una cattiva qualità e quantità di sonno. 

Quando dormiamo la pressione si stabilizza, i tessuti si rigenerano, si dona nuova linfa vitale alla memoria, facendosi sentire più energici e attenti. Tutto ciò riduce il rischio di obesità, di ictus e patologie cardiovascolari, di diabete tipo 3, riducendo le infiammazioni.

Lo studio dei neuroscienziati 

La Perla National Sleep Foundation, con sede negli USA, ha stabilito che un adulto compreso tra i 26 e i 64 anni, dovrebbe riposare tra le 7 e le 9 ore a notte e che le donnne dovrebbero dormire un pò di più rispetto agli uomini. Ijm Horne, neuroscienziato e direttore del Centro di ricerca sul sonno dell’università di Loughborough (Regno Unito), è del parere che le donne dovrebbero dormire 20 minuti in più dei maschi. Il motivo di questo maggior riposo del gentil sesso ce lo spiega uno studio condotto dall’università della Pennsylvania ed è da ricercare nella struttura neuronale. Le donne hanno bisogno di un maggior riposo per ricaricare le batterie, data la loro propensione per il multitasking e per la creazione di soluzioni di gruppo. 

Javier Puertas, capo del dipartimento di neurofisiologia e dell’Unità del sonno dell’Ospedale universitario La Ribera (Alzira) e membro del Spanish Dream Society (Sse) sostiene che se è vero che il funzionamento del cervello di una donna, dotato di più capacità comunicative, analitiche e intuitive, di una migliore memoria e cognizione sociale, necessita di un maggior riposo rispetto a quello maschile, è altrettanto vero, purtroppo, che le donne, statisticamente, soffrono il doppio di insonia degli uomini. Più della metà di esse, in una fascia d’età compresa tra i 30 e i 60 anni, dorme circa 6 ore al giorno, quindi tra 1 e 3 ore in meno rispetto a quanto raccomandato.

Proprio questa difficoltà ad addormentarsi, di giorno, porta le donne ad avere più sonnolenza, mancanza di concentrazione, aumento dell’appetito. Ma perchè accade questo? Secondo Puertas la questione potrebbe essee legata a fattori biologici come la gravidanza o la cura del bambino. Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti” sottolinea che, prima di ricorrere ai farmaci, è consigliabile seguire delle buone abitudini come l’adozione di una dieta equilibrata, evitando di usare i cellulari e altri dispositivi elettronici prima di andare a letto. 

I nostri video tutorial
Caterina Lenti

Cosa ne pensa l'autore

Caterina Lenti - Confermo che faccio enorme fatica ad addormentarmi e che al mattino la sonnolenza è davvero forte. Confermo che tutto questo è iniziato dopo i 30 anni e, in particolare, dopo la nascita di mio figlio. Questo studio ha davvero centrato il problema e spero che possa esserci una soluzione concreta.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!