Lady D. Come sarebbe oggi se fosse viva: la foto ricostruzione (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Lady D, icona di stile, di eleganza, dal fascino senza tempo, immortale. The Princess, la principessa acclamata dai sudditi, dalla bellezza incredibile, con i suoi occhi azzurro cielo, il suo sorriso indimenticabile.

Nessuno, nonostante lo scorrere inesorabile del tempo, potrà mai dimenticarla perché lei e rimarrà un personaggio iconico del secolo. Se in molti sono i tabloid che ne hanno rimarcato il gossip spicciolo, quello fatto di pettegolezzi sul suo conto, Diana Spencer aveva un altro volto, quello che in molti non hanno, forse, voluto conoscere.

Diana era impegna nel sociale, con opere di beneficienza, volontariato, era una moglie e una madre. Una donna completa, eppure da molti definita come “la principessa triste”. Dietro quel suo sguardo infelice, nascondeva una certezza: che la vera principessa, nel cuore del marito Carlo, fosse la sua amante Camilla.

E Diana non si sbagliava, dato quel che è accaduto dopo la sua morte. In tanti ricorderanno il suo matrimonio da favola, il 29 luglio 1981, nella cattedrale di St Paul. Una Diana radiosa, appesantita, nonostante la sua giovanissima età, da taffettà e strascichi.

Poi la nascita di William ed Henry, e il divorzio, arrivato il 28 agosto 1996.Solo un anno dopo, il 31 agosto 1997, la sua morte, arrivata come un fulmine a ciel sereno, a soli 36 anni.