La visita ginecologica sconvolge per sempre la vita della 27enne: la diagnosi (1 di 2)

Ascolta questo articolo

C’è chi ha il timore di sottoporsi a visita ginecologica. In realtà, la paura di una brutta diagnosi, porta molte giovani donne a tergiversare l’appuntamento. Complice l’imbarazzo di doversi denudare, lo sconcerto ha il sopravvento.

Diciamocelo francamente, recarsi dal ginecologo non è proprio una passeggiata per molte, ma è doveroso farlo, per scongiurare tumori, cisti, polipi ed altri problemi piuttosto seri.

Gli esperti consigliano sempre, in presenza di sintomi anomali, di rivolgersi immediatamente allo specialista, in quanto la diagnosi precoce consente di salvare la vita di molte donne, ignare, magari, di avere un problema così forte.

Quanto accaduto ad una 27enne greca vi lascerà davvero senza parole, offrendo spunti di riflessione sull’importanza della visita ginecologica, evitando il fai da te, nell’erronea convinzione che tutto possa risolversi da solo o con qualche farmaco da banco.

Se vi riconoscete in questa storia, mi raccomando, mettete da parte l’imbarazzo e affrontate la questione di petto, con chi può davvero aiutarvi. Vediamo, in dettaglio, cosa è accaduto alla protagonista.