La dieta dell’orologio. Come regolarizzare la propria alimentazione per non ingrassare

La dieta dell'orologio è un innovativo regime alimentare che si base sul regolarizzare l'alimentazione quotidiana sulla base delle varie fasce orarie della giornata.

La dieta dell’orologio. Come regolarizzare la propria alimentazione per non ingrassare

La dieta dell’orologio è un innovativo regime alimentare che consiste nel regolarizzare l’alimentazione quotidiana sulla base delle varie fasce orarie della giornata. Secondo la dieta dell’orologio il segreto per conquistare e mantenere il proprio peso forma consiste nel portare in tavola i cibi giusti ma soprattutto mangiare ad orari regolari, predilegendo un particolare genere alimentare per ciascun pasto. Spesso, infatti, i chili di troppo dipendono proprio dal fatto che non rispettiamo i nostri ritmi interni.

La teoria di Marie Borrel

Marie Borrel nel suo libro I segreti della cronobiologia spiega come lo stress modifichi i naturali processi fisiologici del corpo andando a incidere anche sulle secrezioni ormonali. “La luce è il principale sincronizzatore del nostro orologio biologico interno. Oggi a causa dei ritmi quotidiani sempre più frenetici, degli effetti del cambio dell’ora e del jet-lag, il nostro orologio interno è spesso alterato e quindi, per mantenere una buona salute, occorre ripristinare i giusti ritmi biologici. Un altro elemento che incide significativamente sul nostro orologio biologico è l’alimentazione perciò è opportuno intervenire su questa, soprattutto se si desidera perdere peso“. L’alterazione delle funzioni ormonali, causata da uno stile di vita che non rispetta il proprio orologio biologico, può portare infatti ad ingrassare.

Una vita disordinata dove non sono rispettati i giusti orari per i pasti può portare a un cambiamento nella secrezione dei due ormoni deputati al controllo della fame e della sazietà: la grelina, che al mattino comunica al cervello lo stimolo della fame e la leptina che dopo ogni pasto comunica al sistema nervoso il senso di sazietà e che impedisce quindi di mangiare in eccesso.

Per questo motivo la studiosa sostiene che più la dieta segue il nostro bioritmo, maggiori saranno i risultati sulla linea.

Consigli 

Oltre a mangiare ad orari regolari è importante organizzare i macronutrienti necessari alla propria dieta quotidiana in base al nostro orologio biologico.

L’ideale è assumere i grassi (che servono al corpo per rigenerare le cellule) al mattino, le proteine a pranzo, in modo da avere la giusta energia per mantenersi attivi durante il pomeriggio e i carboidrati la sera, in quanto i cereali e i prodotti lattiero-caseari favoriscono il rilassamento.

Per dimagrire seguendo le indicazioni della dieta dell’orologio è fondamentale capire che l’assimilazione dei nutrienti è influenzata dall’orario, pertanto il primo passo da fare è quello di impostare la propria alimentazione sulla base della cronobiologia alimentare: fare una colazione nutriente al mattino, un pranzo a base di proteine, uno spuntino completo e una cena leggera a base di latticini e cereali.

I nostri video tutorial
Rosalba Bonaccini

Cosa ne pensa l'autore

Rosalba Bonaccini - La dieta dell'orologio è un innovativo regime alimentare che promette di far dimagrire senza troppa fatica. Si tratta di reimpostare il nostro orologio biologico interno secondo i suoi ritmi naturali, spesso alterati a causa di una vita troppo movimentata e disordinata. Adottare le semplici attenzioni alimentari alla base della dieta dell'orologio, oltre a far perdere peso, non può che contribuire a migliorare la salute generale del corpo.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!