Italia, troppi contagi: ecco dove tornano obligatorie le mascherine (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Un’estate davvero terribile, quella in corso. Lungi dal creare allarmismi, è un dato di fatto che al virus gli fanno un baffo le alte temperature. Se pensavamo di essercelo lasciato alla spalle, ci sbagliavamo.

Nella sua variante Omicron 5 è più attivo che mai, con picchi previsti per metà luglio. Intanto sono davvero tanti gli italiani colpiti, costretti all’isolamento in attesa di negativizzazione.

Tra i sintomi più fastidiosi il mal di testa, i dolori osteo-articolari, il raffreddore, quel senso di spossatezza che non ci dà tregua, e la tosse stizzosa che, se non diventa catarrale, non necessita di antibiotico.

Una variante “rognosa”, più che altro, data la sua estrema contagiosità, legata anche ai luoghi di assembramento presi d’assalto dopo estati di stop legate alle restrizioni anti-Covid.

Insomma, se pensavamo all’arrivo dell’estate 2022 come il “the end” del Covid, ci sbagliavamo…. e alla grande, oserei dire, perché, sebbene il vaccino preservi dalle forme più gravi, la Omicron non è una passeggiata.