Italia, tragedia al parco acquatico: non c’è stato nulla da fare (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ci sono tragedie che si abbattono all’improvviso, trasformando una giornata spensierata in un incubo che, purtroppo, è reale. In tanti sono coloro che perdono la vita per incidenti, non solo stradali.

Spesso si tratta di minori e il bilancio è davvero drammatico dall’inizio di questa estate che sembra rovente su tutti i fronti. E’ una vera e propria mattanza, contro la quale non si può far nulla.

Una morte improvvisa, consumatasi in poco tempo, distrugge per sempre una famiglia, rendendo i genitori orfani per l’eternità, condannandoli ad un cancro a vita.

Sono genitori colpiti da una ferita lacerante, che squarta la pelle, senza mai rimarginarsi; sono genitori che, per sopravvivere, si affidano ai ricordi, di vecchie foto, indumenti, giochi, racconti resi da amici e conoscenti.

Perché, in qualche modo, sulla terra loro ci restano ma in una sorta di agonia perenne, assaliti dai sensi di colpa, di mille interrogativi ai quali sperano di ricevere una risposta.