Italia in lutto, il Vip è morto: ucciso da un fulmine improvviso (1 di 2)

Ascolta questo articolo

La cronaca nera ci ha spesso informati di tragedie avvenute a cause di fulmini improvvisi, la cui pericolosità non va assolutamente sottovalutata. Parliamo, in termini scientifici, di scariche elettriche tra 2 corpi con un’elevata differenza di potenziale elettrico.

Quando un fulmine colpisce, i danni a cose e persone possono essere di diversa entità. Per quanto riguarda le persone, possono verificarsi ferite anche gravi, bruciature conseguenti alla fulminazione, paralisi, amnesia, una perdita di conoscenza che può durare da pochi minuti sino a varie ore, sino al decesso.

Per quanto riguarda i danni alle cose, un fulmine, abbattendosi all’improvviso, potrebbe innescare incendi anche di vaste proporzioni e la caduta di alberi, mettendo in serio pericolo coloro che si trovano di passaggio.

Capiamo bene quanto questo fenomeno naturale sia seriamente pericoloso, tanto che la protezione civile continua a diramare informazioni e consigli preziosi che dovrebbero essere seguiti nel caso in cui ci si trovasse all’aperto, con un fulmine in corso.

Come comportarsi? In primis mai ripararsi sotto un albero, specie se si tratta di un albero isolato e mai avvicinarsi a pali della luce o a pali per la fermata degli autobus, né tantomeno a muri che potrebbero crollare improvvisamente. Tenetevi lontani da oggetti appuntiti e metallici, come bastoni, ombrelli, ombrelloni (molte sono le tragedie rivelatesi fatali in spiaggia) e, se possibile, restate accovacciati, evitando di utilizzare il cellulare.