Italia, inferno in autostrada: schianto tra 2 tir e un autobus. I primi aggiornamenti (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ancora cronaca nera, ancora incidenti stradali drammatici, ancora sangue sulle strade italiane. Un 1 luglio davvero iniziato coi botti, con la situazione soggetta a continui aggiornamenti.

Purtroppo gli ultimi giorni sono costellati di storie terribili, di persone rimaste intrappolate nella lamiere roventi delle auto che si trasformano in trappole mortali.

Gli incidenti sono all’ordine del giorno. A perdere la vita sono intere famiglie, donne con i loro piccoli seduti nel seggiolino, gruppi di amici, strappati alla vita con i loro sogni, in quella che doveva essere una tranquilla giornata lavorativa o all’insegna della spensieratezza.

Troppe, troppe vite stroncate, ignare di andare incontro alla morte, quando, in macchina o a bordo del loro due ruote, hanno intrapreso il loro viaggio… che li avrebbe condotti alla morte.

Un ultimo viaggio, il loro, che getta nel dolore e nello sconforto i familiari, i conoscenti, gli amici. Tutti non si capacitano all’idea che coloro che, poco prima, avevano sentito per messaggio o tramite chiamata, o avevano magari incontrato al bar, non ci siano più.