Italia, giovane poliziotto muore suicida dopo essere stato a cena con i colleghi (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Una piaga devastante, quella in corso e, attorno alla quale, non si sta facendo quanto si dovrebbe. Di solito sono loro che intervengono per sventare rapine, aggressioni, omicidi, ma chi interviene quando sono i poliziotti a chiedere aiuto?

Non dobbiamo mai dimenticare che questi uomini in divisa sono, in primis, uomini, individui con le loro fragilità, con i loro problemi che spesso non esternano.

Pressati da un lavoro stressante, messi continuamente alla prova, lontani magari dagli affetti, non hanno tempo per manifestare il loro malessere al punto che questo diventa sempre più marcato.

Sono in tanti i poliziotti che si tolgono la vita. I dati dei suicidi tra i militari invitano a riflettere e soprattutto, dovrebbero smuovere chi potrebbe davvero far qualcosa di forte e concreto per porre fine a questo fenomeno. Sono oltre 60 gli appartenenti ai corpi militari e alle forze dell’ordine che si sono tolti la vita quest’anno.

Parliamo di una lunga scia di morti che evidenziano quanto drammatico sia questo fenomeno, ricondotto soprattutto alle condizioni di lavoro che non vengono riconosciute come stressanti. Proprio in queste ore, in Italia, si è verificato l’ennesimo caso di gesto volontario. Vediamo cosa è accaduto.