Italia, bimba 12enne si toglie la vita: il motivo è agghiacciante (2 di 2)

Ascolta questo articolo

La tragedia si è consumata venerdì scorso a Conegliano, in provincia di Treviso. Un evento tremendo e imprevedibile, ha dichiarato il primo cittadino, dopo aver appreso del suicidio di una bambina di soli 12 anni. La bimba era giunta dall’Albania in Italia, assieme alla sua famiglia e al fratello, da soli 2 mesi ma aveva difficoltà ad integrarsi, sentendo fortemente la mancanza della sua terra d’origine Un disagio profondo il suo, che si era intensificato con l’inizio della scuola.

Non conoscendo l’italiano, non riusciva a interagire con i suoi compagni come avrebbe voluto. fino a quando togliersi la vita le è sembrato il gesto più semplice per porre fine alla sua sofferenza. Si è suicidata mentre giocava in giardino, in un pomeriggio soleggiato. Sono bastati pochi attimi affinché la sua fragile esistenza passasse dalla spensierata felicità, al gesto fatale, quello con cui ha posto fine alla sua giovanissima esistenza. Sono stati i genitori a rinvenire il cadavere della loro figlioletta.

Ancora sotto choc, hanno impressi dinnanzi agli occhi quei secondi in cui hanno dovuto fare i conti con l’agghiacciante scoperta del corpo della loro adorata bambina. Purtroppo, quando l’equipe di soccorritori del Suem 118 è giunta sul posto, per la piccola non c’era già più nulla da fare e non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Lo psichiatra Favaretto ha parlato di un “Disagio profondissimo frutto di autoisolamento”. Nessuno in famiglia ha percepito la profondità del dolore di questa bambina che appariva sempre spensierata e sorridente. I genitori, devastati dal dolore, hanno intenzione di portare la salma della piccola nel paese d’origine, dove sarà sepolta. Una comunità sconvolta, una famiglia distrutta per sempre. Come potranno mai i genitori di quest’angelo riuscire a superare la morte di un figlio, avvenuta in questo modo così atroce ed  improvviso?

In tantissimi, sin da quando la notizia si è diffusa, hanno voluto far sentire tutta la loro vicinanza ai parenti della 12enne con messaggi di cordoglio molto toccanti. Non allevieranno la sofferenza ma sono i simbolo di una comunità strettasi in un unico abbraccio di conforto. Ricordo che per avere supporto psicologico sono attivi diversi numeri di telefono, come Progetto Inoltre della Regione Veneto (800.334.343), De Leo Fund (800.168.678), Telefono Amico (02 2327 2327).

Scopri altre storie curiose