Italia, 12enne violentata dal vicino di casa. Il padre decide di farsi giustizia da solo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Il tema delle violenze sui minori è uno dei più scottanti ma sui quali, ancora oggi, vige la logica della minimizzazione e negazione. Purtroppo, e questo è confermato dai dati, le violenze si consumano soprattutto in ambito familiare.

Questo comporta un rischio gravissimo: la reiterazione del reato, che resta invisibile alle autorità, ma che diventa sempre più lacerante sulle piccole vittime.

Enormi e spesso irreversibili i danni psicologici derivanti dalle violenze sessuali sui minori. Si parte, quasi sempre, da aggressioni, punizioni corporali o gravi attentati all’integrità fisica, come percosse, calci, morsi, tentativi di soffocamento, strangolamento.

E ancora bruciature, scottature, tentativi di avvelenamento. Fino ad arrivare alla violenza sessuale vera e propria. E i dati sono terrorizzanti. In Italia, ogni giorno la cronaca ci riporta casi di questo tipo.

L’ultimo, che ha scosso profondamente il popolo del web, su cui la terribile notizia ha iniziato a circolare, si è verificato al Pilastro, un rione periferico di Bologna, che si estende a nord-est della città.