Il Titanic è affondato a causa di un’iceberg? La verità dopo tanti anni (1 di 2)

Ascolta questo articolo

In tantissimi siamo affascinati dalla storia del Titanic, diventata un colosso cinematografico con incassi record, nell’interpretazione di Leonardo di Caprio e Kate Winslet.

Ricordo ancora il 1997, l’anno in cui il film debuttò nei cinema e, per gli amanti di questa storia d’amore, nata nella nave affondata, c’è una novità, dato che, poco prima di San Valentino 2023, la Disney renderà disponibile al cinema la versione in 3D 4K HDR di Titanic. Rumors ci dicono che la data prevista è il 10 febbraio 2023.

Ma cosa sappiamo, finora, dell’affondamento del più grande e lussuoso transatlantico del mondo al tempo? La storia ci dice che partì per il suo viaggio inaugurale l’11 aprile 1912 da Southampton (UK) diretto a New York, affondando solo pochi giorni dopo, il 14 aprile 1912, dopo aver urtato un iceberg.

L’impatto avvenne alle 23:40 e la nave affondò in 2 ore e 40 minuti, per l’esattezza, alle 2:20 del 15 aprile) spezzandosi in due tronconi. Una tragedia avvolta, ancora oggi dal mistero, che ha da sempre incuriosito registi, scienziati e storici, appassionati lettori.

Il Titanic, già prima della sua traversata inaugurale, era ritenuta la nave più sicura al mondo, decantata da fiumi e fiumi d’inchiostro, sui principali giornali dell’epoca ma, dopo il suo affondamento, si iniziò a parlare di un’ipotesi davvero assurda: quella che la nave fosse stregata, mentre in molti, più realistici, pensarono ad errori commessi dai progettisti dell’epoca.