Il marito di Liliana Resinovich: “È arrivato il momento di dirvi il suo segreto” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Il tempo scorre inesorabile, nonostante i riflettori siano sempre puntati su un caso che continua ad essere avvolto da molti punti interrogativi. Mi riferisco al giallo di Liliana Resinovich.

La 63enne triestina scomparve da casa il 14 dicembre 2021. Sin da subito, quella scomparsa ebbe un forte eco mediatico e in tantissimi si chiesero cosa fosse accaduto alla donna.

Ogni speranza di ritrovarla in vita venne vanificata per sempre con il tragico ritrovamento del suo cadavere, il 5 gennaio 2022, nel parco dell’ex ospedale psichiatrico San Giovanni.

Il corpo venne rinvenuto in una condizione particolare, in quanto Lilly, così ome tutti la chiamavano, aveva la testa infilata in due buste di nylon, chiuse intorno al collo con un cordino, mentre le gambe in due sacchi neri per l’immondizia.

In tutta questa storia dai tratti davvero macabri, c’è una persona che per Liliana contava moltissimo, il marito, Sebastiano Visintin, che è stato ospite di Quarto grado. Vediamo cosa ha dichiarato.