Il lieto annuncio dopo la morte della Regina: “La famiglia si allarga” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Questi sono giorni di lutto, non solo per Buckingham Palace e per il Regno Unito che piangono la scomparsa della regina Elisabetta II, ma per il mondo interno.

The Queen, dopo aver tenuto le redini del regno ben salde, per 70 lunghi anni, sin da quando, a non ancora 26 anni, venne informata, mentre si trovava in Kenya, della morte improvvisa del suo adorato padre, è stata e rimarrà la sovrana più amata di sempre.

Quella donna che ci è apparsa, nei suoi ultimi scatti, a 2 giorni dal decesso, fragile, con i lividi sulle mani, appoggiata al suo inseparabile bastone, ma sempre ligia al dovere, nell’accogliere la neo premier Truss, ha sacrificato la sua vita per i suoi sudditi.

Sudditi che oggi fanno fatica a realizzare che la loro regina, quella che segnato un’era, caratterizzata da intensi cambiamenti socio-economici e culturali, non faccia più parte del mondo terreno.

Dopo la dipartita di Elisabetta, il cui cuore ha cessato di battere nel castello scozzese di Balmoral, dove stava trascorrendo le vacanze estive, è iniziata una nuova era: quella che vede re Carlo III alla guida del regno.