Globesità: cos’è e come curarla

L'obesità è una malattia presente in tutto il mondo. Proprio per questo motivo è stato coniato il termine "Globesità". Sono molti i fattori che la scatenano e comporta molti rischi per la nostra salute. Talvolta può portare ad una morte prematura.

Globesità: cos’è e come curarla

L’obesità è una patologia cronica caratterizzata da un eccesso di tessuto adiposo. Questa malattia è divenuta un fenomeno sociale talmente grave che l‘Organizzazione Mondiale della Sanità ha coniato il termine “globesità“; è una malattia multifattoriale causata, quindi, da diversi fattori come psiche, abitudini alimentari, sedentarietà, alterazioni metaboliche legate a disturbi della ghiandola tiroidea o dell’ovaio policistico.

Per diagnosticare l’obesità si può ricorrere al calcolo dell’indice di massa corporea (IMC) che prende in considerazione il peso teorico che un individuo dovrebbe avere. Ma per avere dei risultati precisi bisognerebbe optare per la tecnica denominata “dexa” che prende in considerazione sia la massa magra che la massa grassa di un individuo ma comporta un costo più elevato.

L’obesità si divide in adulta e giovanile. La più grave tra le due è l’obesità giovanile poichè durante la fase evolutiva si sviluppano gli adipocidi che, nel caso di un soggetto obeso, aumentano di numero. Il numero non potrà essere variato nell’età adulta; inoltre, le scorrette abitudini alimentari assunte durante l’età evolutiva sono difficili da cambiare nell’età adulta.

La dietoterapia per curare l’obesità viene affiancata alla terapia farmacologica e prevedere la riduzione dell’apporto calorico o l’aumento del dispendio energetico. In generale, la dieta assicura l’energia sufficiente a garantire il metabolismo basale, esclude zuccheri semplici, alcolici, snack e sale. Bisogna adottare stili alimentari salutari per evitare l’effetto yo-yo ed è consigliata l’adozione della dieta mediterranea che garantisce l’apporto di tutti i nutrienti.

Il paziente affetto da obesità deve essere seguito da medici esperti poichè la malattia spesso è un fattore di rischio per l’insorgere di malattie cardio-vascolari come ipercolesterolomia, ipertensione arteriosa o diabete. L’obesità, inoltre, può influire sull’insorgenza e sulla gravità di un tumore poichè l’eccesso di peso può essere legato al manifestarsi di tumori al seno, al pancreas, al rene, all’esofago, alla prostata e alle ovaie.

I nostri video tutorial
Chiara Venditti

Cosa ne pensa l'autore

Chiara Venditti - Le malattie alimentari sono difficili da curare, occorre determinazione e un grande aiuto da molti esperti. Possono portare alla morte e non bisogna pensare ad esse come un gioco. Alcuni fattori che le causano non possono essere cambiati ma il nostro stile alimentare ha un ruolo importante per la prevenzione.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!