Iscriviti

Giulia e Alessia, travolte e uccise dal treno. La strana decisione da parte del comune (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sono trascorse una manciata di ore dalla terribile tragedia che ha sconvolto la famiglia Pisanu. Una famiglia che, in pochi istanti, è rimasta orfana di 2 figlie, minorenni, stupende.

Giulia e Alessia Pisanu, due sorelle unitissime, che condividevano tutto, data la piccola differenza di età. La più grande, 17 anni da compiere; la più piccola 15. La passione per il ballo, per la musica a palla, per le discoteche della Riviera.

Erano state al Peter Pan, a ballare, sino al mattino, quando un ragazzo di 24 anni, assieme ad un suo amico, le hanno accompagnate in stazione dato che Giulia aveva subito il furto della sua borsetta quindi non aveva praticamente più nulla con sé.

Alessia, invece, il cellulare lo aveva ma scarico. Quindi il 24enne aveva prestato loro il suo per la telefonata al papà Vittorio Pisanu. Poche parole: “Stiamo tornando a casa”. Poi il terribile impatto.

Un Frecciarossa a tutta velocità le ha investite e uccise. Una tragedia immane, consumatasi sotto gli occhi sgomenti di chi ha assistito alla scena. Purtroppo, come se il dolore degli altri non scalfisse più di tanto, oltre alla perdita delle loro 2 figlie, i genitori di Giulia e Alessia si sono trovati ad affrontare un altro dramma, quello legato alla cattiveria della gente.