Giorgia e Beatrice sono morte, il Vip italiano è in fin di vita (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ancora sangue sulle strade italiane. Non si placa la strage. Troppe le vittime di incidenti, anche di giovanissime età, con i loro sogni, i loro desideri, stroncati per sempre.

Purtroppo questa è un’estate rovente sotto tutti i fronti, anche sotto quello degli scontri che si rivelano fatali. Resta il dolore lacerante di chi aspettava ma non ha mai visto rientrare il proprio caro.

Perché la morte non dà preavviso. Spesso un malore, un colpo di sonno mentre si è al volante, un tasso alcolemico elevato al termine di una serata in cui si è alzato il gomito tra amici, in pochi attimi, stroncano vite.

La cronaca ogni giorno ci restituisce un autentico bollettino di guerra e spesso, purtroppo, si tratta di giovanissimi che lasciano i loro genitori orfani. Come potranno mai sopravvivere alla morte di coloro che hanno messo al mondo?

Perché quando un figlio muore prima di un padre o di una madre, all’improvviso, è come se si continuasse a vivere per inerzia, aspettando di raggiungerlo in un’altra dimensione.